Sei della Vergine? Scartata!

Sei della Vergine? Scartata!

Nota. Scritto da “M”, pubblicato da David Buonaventura.

Importante concessionaria d’auto di lusso della mia zona.
Ricerca: personale amministrativo
Mi chiamano dopo avere risposto all’annuncio sul quotidiano, si presenta una elegante signora, media età, in tacchi e completo blu, messa in piega e tacco da vertigine.
Dopo avermi sciroppato una filippica di 20 minuti su quanto sono belle le auto che vendono (ero li per un colloquio o per l’acquisto di una Mercedes ultimo modello?) comincia la conversazione.
Cinque minuti per capire che tipo di figura cercano nello specifico, mi chiede cosa penso delle donne. Così.
Cosa pensa lei delle donne? Rifletto un secondo. Cosa vorrà sapere?
O meglio…cosa vorrà sentirsi dire?
Sto per aprire bocca ma mi ferma con un gesto della mano… (ma che nervoso!)…
Comincia…eh lo so cosa pensa lei che è giovane! Che il mondo è bello e che non ha le rughe e che quando si sta in azienda come la nostra ci si può vantare del proprio lavoro!!
Sono basita. Ma a questo punto non so nemmeno cosa dire.
Riprende in velocità il suo discorso e mi chiede nuovamente: lei ha problemi a lavorare con un team di sole donne?
Risposta secca: NO.
Sembra stupita…ma poi incalza…LA RESPONSABILE in realtà sono io! Per cui risponderebbe direttamente a me. Resta in sospeso, attendendo una mia risposta forse…


Guarda l’anteprima gratuita del libro Selezioni Inumane su https://amzn.eu/hrvWoz3 


Rispondo con calma (il tutto non prometteva nulla di buono…) che non la conosco per cui lei o un’altra figura, visto che non conoscevo nessuno del team non avrebbe fatto nessuna differenza.
Riprende in mano il mio CV, e legge la mia data di nascita.
MA LEI E’ DEL SEGNO DELLA VERGINE!!
(E dunque?)
Concretamente cerco di cambiare discorso… parlo del tipo di contratto, e lì cade tutto, come previsto. Forse inquadrata come stage, forse come contratto di un mese per prova.
Rispondo piccata che ho un lavoro amministrativo in un’azienda con un regolare contratto prevedendo l’irritazione della selezionatrice…
Evidentemente seccata: che vuole, leggendo il suo oroscopo non potevo pretendere molto da lei, né oggi né in futuro.

M.

Nota. Questo racconto ci è stato inviato da una lettrice di Selezioni Inumane di cui preserviamo l’anonimato. Ci fidiamo della sua testimonianza per cui non abbiamo effettuato alcuna verifica. Il testo è stato leggermente modificato nella forma e nel contenuto per garantire che nessuno si riconosca nella vicenda.

Se anche tu vuoi raccontare la tua storia, puoi trovare le istruzioni nell’apposito capitolo di Selezioni Inumane. Noi la pubblicheremo in questo blog e su tutti i canali social di Colloquio Diretto e Risorse Inumane.

Ciao
David

David Buonaventura

David Buonaventura è il creatore di un Metodo per trovare lavoro evitando i pregiudizi a cui i candidati sono fatti oggetto durante le selezioni. Ha un hobby: superare quei recruiter che non meritano questo titolo.

1 Comment

  1. Mica è inumana questa, dovreste aggiungere una tag “selezioni sub-umane”, di questo stiamo parlando. Pensavo di averne qualcuna anche io ma devo ammettere che cose come queste sono davvero su un altro livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *