Corso preassunzione poi il nulla

Corso preassunzione poi il nulla

Nota. Scritto da “F”, pubblicato da David Buonaventura.

Rispondo ad un annuncio di lavoro per la posizione di Addetto al Customer Care per una nota Azienda che si occupa del servizio clienti di diverse multinazionali. Nell’annuncio si parla di un corso pre-assunzione online, di due settimane, full-time (h. 9-13/14-18 dal lunedì al venerdì), gratuito.

Vengo contattata telefonicamente dall’HR aziendale per un primo colloquio con esito positivo.
Il contratto di lavoro è in somministrazione, quindi dopo qualche giorno vengo contattata dell’Agenzia che si occupa dell’iscrizione al corso e successivamente si occuperà dell’assunzione. Colloquio telefonico a cui segue dopo alcuni giorni un video-colloquio. Esito positivo. Confermo la mia disponibilità a frequentare il corso pre-assunzione.

Viene aggiunta una clausola ai fini dell’assunzione: superare un test di fine corso con un punteggio superiore all’85%. Decido così di investire due settimane del mio tempo nel corso, sapendo che posso farcela. Mi chiedono di recarmi nella sede aziendale per il ritiro delle attrezzature (pc, cuffie, token).

Il corso procede per le prime due settimane di Luglio come previsto, una classe di 19 persone.
È l’ultimo giorno di corso, ci viene somministrato il test finale, il sistema sul quale lavoriamo invia immediatamente il risultato del test: 99% di risposte esatte. È andata!


Guarda l’anteprima gratuita del libro Selezioni Inumane su https://amzn.eu/hrvWoz3 


A questo punto, però, capisco che c’è qualcosa che non va, perché metà classe riceve una mail con un appuntamento in azienda per il lunedì successivo, io sono tra quelli che non hanno ricevuto alcuna comunicazione.

Ci preoccupiamo un po’. Sono le h.18 di venerdì, il corso è terminato e nessuno si fa vivo, nessuno risponde alle mail e alle telefonate dei corsisti, gli uffici sono già chiusi.

Solo il lunedì successivo ci comunicano, sotto richiesta di noi corsisti, che non siamo stati selezionati per non si sa quale motivo. Nessuna spiegazione. L’Azienda scarica le responsabilità della decisione sull’Agenzia e viceversa.

F.

Nota. Questo racconto ci è stato inviato da una lettrice di Selezioni Inumane di cui preserviamo l’anonimato. Ci fidiamo della sua testimonianza per cui non abbiamo effettuato alcuna verifica. Il testo è stato leggermente modificato nella forma e nel contenuto per garantire che nessuno si riconosca nella vicenda.

Se anche tu vuoi raccontare la tua storia, puoi trovare le istruzioni nell’apposito capitolo di Selezioni Inumane. Noi la pubblicheremo in questo blog e su tutti i canali social di Colloquio Diretto e Risorse Inumane.

Ciao
David

David Buonaventura

David Buonaventura è il creatore di un Metodo per trovare lavoro evitando i pregiudizi a cui i candidati sono fatti oggetto durante le selezioni. Ha un hobby: superare quei recruiter che non meritano questo titolo.

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *